Spazio di ascolto bambini e genitori

C.s. Acli Bologna. Inaugura lo spazio di ascolto telefonico per bambini e genitori

 

Bologna, 06/04/2020

 

«In queste settimane abbiamo raccolto gli sfoghi di diversi genitori, preoccupati per l’isolamento sociale dei figli, ma anche esasperati dal tentativo di conciliare il loro lavoro da casa con la didattica a distanza, incapaci di organizzare il proprio tempo o di gestire i conflitti familiari che si vanno creando». Sono parole di Filippo Diaco, presidente provinciale delle Acli di Bologna, che dall’inizio dell’emergenza offrono un servizio di supporto psicologico al telefono per gli anziani. «Abbiamo pensato che fosse diventato necessario offrire un servizio telefonico di ascolto e supporto anche alle famiglie» spiega Diaco. Da mercoledì 8 aprile sarà possibile prenotare una prima consulenza telefonica, che sarà erogata gratuitamente dalla pedagogista Anna Giardi. «Ci siamo ritrovati all’improvviso tutto il giorno in casa con i nostri figli, in mezzo a smarrimento, paura e rabbia» spiega la professionista. «Questa permanenza forzata a casa può far emergere problemi e conflitti che prima non esistevano, o erano latenti e spesso diventa difficile individuare momenti piacevoli per stare insieme».

Giardi offre quindi alcuni consigli: «Prima di tutto è necessario fare un programma di giornata con una routine condivisa, che si adatti alle necessità di tutti, sempre modificabile in base alle esigenze del momento. Questo potrebbe portare a maggiore equilibrio, aiutando a dare un senso alla giornata. Possono essere sufficienti piccole regole per il vivere in comune. Impegnarsi in qualcosa per noi stessi e per gli altri che vivono con noi può essere fondante. In questo tempo si può apprendere partendo dall’essenziale, dal poco, dal piccolo. Facciamo varie cose insieme ai figli, valorizzandole, dando loro un senso. Sottolineiamo loro che esiste anche uno spazio individuale, personale, che a tratti serve per riposarsi e raccogliere le idee. E, poi, facciamo le cose loro. Per potere portare i figli verso quello che vogliamo, possiamo andare verso di loro, posare il nostro sguardo in quella direzione, piccoli gesti di cura e di vicinanza differente, ogni giorno. Imparare ad entrare nella loro prospettiva senza perderci di vista è una bella sfida, ma può rivelarsi un modo costruttivo per rafforzare una nuova alleanza condivisa nel gruppo famiglia. Siamo tutti corresponsabili del mantenimento del benessere della famiglia» dice la pedagogista.

Le famiglie che desiderano esporre le proprie difficoltà, ricevere consigli o avviare un vero e proprio percorso di consulenza pedagogica possono telefonare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 al numero 0510987719, oppure scrivere una e-mail all’indirizzo acliprovincialibologna@gmail.com. Verranno ricontatati entro breve.

servizio tel!_page-0001