Presentazione volume “Storie di vita di migranti”

Il 19 aprile alle ore 17 presso la Libreria Mondadori Bookstore di via D’Azeglio 34 Le Acli di Bologna presentano il volume “Storie di vita di migranti. Uno sguardo al passato, al presente, al futuro. Un percorso di empowerment”. Edito da Franco Angeli grazie al contributo del prof. Michele La Rosa, già ordinario di Sociologia del Lavoro, e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, racchiude l’analisi di una ricerca qualitativa e quantitativa condotta da Ilenia Bianchi, Sebastiano Colangeli, Marilisa Moretti e Chiara Pazzaglia per le Acli di Bologna sul tema dell’empowerment in ambito lavorativo, come strumento di integrazione per i cittadini immigrati. Presenteremo i dati rilevati presso lo Sportello Immigrati del Patronato Acli Bologna sul tema del lavoro, in termini di progetto di vita, aderenza alle aspettative migratorie, stereotipi e inclusione sociale. Racconteremo le storie di vita raccolte e ne discuteremo con il Presidente provinciale delle Acli di Bologna Filippo Diaco, con il Presidente del Patronato Acli nazionale Emiliano Manfredonia, con l’Assessore del Comune di Bologna con delega al lavoro e terzo settore Marco Lombardo e con l’Arcivescovo Matteo Maria Zuppi. Modera il Direttore di Avvenire, Marco Tarquinio. Ingresso libero.

STORIE DI VITA

Al via la campagna fiscale 2018!

Da oggi, 8 Marzo 2018, è possibile, recandosi in uno degli Uffici delle Acli Service della Via Emilia, elaborare il proprio Modello 730.

Il Modello 730 2018 potrà essere presentato da tutti i percettori, nell’anno 2017, di un reddito di lavoro dipendente o di pensione.

La scadenza per la presentazione è il 23 Luglio 2018; gli eventuali importi a credito, o a debito, potranno essere riscossi o pagati con la busta paga di Luglio ovvero con il cedolino di pensione di Agosto.

Per prenotare un appuntamento e farsi assistere dall’Acli Service della Via Emilia, Società del Gruppo Caf Acli, basterà telefonare al n. 051 522066.

Vi aspettiamo!

Elenco Documentazione 730_2018

Adesione Acli provinciali di Bologna al Network “Family in Italia”

Nella giornata internazionale della Donna, le Acli di Bologna annunciano l’adesione al “Network Comuni amici della famiglia”, ideato dall’Agenzia della provincia autonoma di Trento per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili. «Siamo la prima realtà bolognese ad aderire» annuncia il presidente provinciale Filippo Diaco, «dopo un incontro conoscitivo e di scambio di buone prassi avvenuto il 20 febbraio scorso a Trento». Ad oggi fanno parte del Network 26 enti, di cui 22 Comuni e 4 organizzazioni: le Acli di Bologna, la prima Associazione di Promozione Sociale a prendervi parte. «Aderendo al Network» spiega Diaco «ci siamo presi l’impegno di sensibilizzare e stimolare gli Enti del nostro territorio a promuovere politiche familiari sempre più efficaci e diffuse, con un’attenzione peculiare ai servizi, alle agevolazioni economiche e alla diffusione di esse non solo alle fasce di popolazione in situazione di disagio socio-economico, ma anche alla “famiglia media”». Tanti gli spunti che le Acli hanno ricavato dall’incontro trentino e di cui si faranno portavoce con gli Enti locali e le aziende del territorio: «Le Acli hanno da sempre sensibilità a questo tema. In particolare» prosegue Diaco, «da circa tre anni la nostra Associazione si spende attivamente per la promozione di politiche e di misure concrete di conciliazione dei tempi di lavoro e di vita. Le Acli di Bologna stesse organizzano un centro estivo e un doposcuola, pensati proprio come misura di conciliazione». Contando circa 10.500 soci, 80.000 utenti e oltre un centinaio fra dipendenti e collaboratori del “sistema Acli” bolognese, che comprende il Patronato, il Caf, l’Ente di promozione sportiva USAcli, Acli Arte e Spettacolo, la Federazione Anziani e Pensionati, l’ente di formazione professionale Oficina IS, l’intento è quello di partire proprio dall’interno per avviare una più sistematica promozione di servizi family friendly: «con questa adesione al network» afferma Diaco, «aumentano il nostro impegno e il senso di responsabilità in ottica di promozione delle politiche di sostegno alla famiglia e alla natalità».

http://www.trentinofamiglia.it/Family-in-Italia/News/Le-nuove-adesioni-al-Network

C.s. Diaco (Acli): vita più lunga ma disabili in aumento. Occorrono politiche idonee per loro e le loro famiglie.

C.s. Diaco (Acli): vita più lunga ma disabili in aumento. Occorrono politiche idonee per loro e le loro famiglie.

«Anche nel 2017 abbiamo registrato un aumento di pratiche relative all’invalidità civile e al riconoscimento dello stato di handicap al Patronato Acli» afferma il Presidente provinciale delle Acli di Bologna, Filippo Diaco. Nel corso dell’anno, quasi 6000 le pratiche elaborate per i disabili, un dato che non dà la misura della consistenza della rete dei caregivers coinvolti nell’assistenza di queste persone, che sono molti di più. «Alla luce di ciò riteniamo urgente non occuparsi solo del cosiddetto “fine vita”, ma soprattutto di chi la propria vita la vive fra tante difficoltà legate allo stato di disabilità» afferma Diaco. «La nostra Regione si è dimostrata all’avanguardia con la legge per i caregivers, riconoscendone per prima il ruolo» afferma Diaco. «Occorre, tuttavia, pensare alla dignità della vita, non solo a quella della morte» continua. «La disabilità compromette fortemente la l’esistenza della persona interessata e della famiglia, oltre che della comunità in cui vive. Occorre sostenere maggiormente le famiglie con misure ad hoc relative ai permessi lavorativi, alla fiscalità, all’assistenza domiciliare e non». La proposta delle Acli di Bologna è quella di un coordinamento a livello regionale degli interventi in materia di disabilità, prevedendo percorsi il più possibile personalizzati e completi, al fine di renderli più efficaci ed efficienti, «tenendo conto della dignità delle persone e delle loro famiglie, ponendo l’attenzione su tutto il percorso di vita della persona con handicap, dalla nascita alla morte, non solo sulla fine».

Marciamo insieme per la pace

Anche se abbiamo la fortuna di vivere nel più lungo periodo di pace mai visto dal nostro Paese e dall’Europa, la storia e ciò che accade nel resto del mondo ci insegnano a non dare mai la pace per scontata. #aclibologna alla Marcia per la pace. Che il 2018 sia pace vera, anche nei nostri cuori, nelle nostre case, nel nostro quotidiano e che le guerre lontane, che sembrano non riguardarci, non ci lascino, invece, indifferenti.

pace

Poesie di Natale

Sabato 23 dicembre dalle 16.30 alle 18 ci scambiamo gli auguri natalizi al Circolo Acli di Casalecchio di Reno leggendo insieme le più belle poesie dedicate al Natale.

natale